Giovedi - Luglio 25, 2013 18:41     Visto:222
Molti dottori si stanno affannando attorno al paziente in stato comatoso – il nostro povero Paese – e cercano di rianimarlo ritenendo che la malattia di cui soffre sia l’economia depressa. Essi non si rendono conto che lo stato dell’economia non è la malattia, ne è solo il sintomo. Da qui la pressoché totale irrilevanza di misure prese da governanti che si succedono al timone senza che la nave cambi di un grado la sua rotta, diretta in modo che sembra ineluttabile verso il suo naufragio. Forse è necessario guardare in un’altra direzione. Continua a leggere;→
Venerdi - Luglio 5, 2013 18:39     Visto:238
Ho voluto rappresentare, con queste cinque sintetiche trattazioni – il coraggio, la collaborazione, la determinazione, l’iniziativa e la visione, argomento di oggi – le cosiddette competenze della vita, che non sono nozioni che si apprendono a scuola ma piuttosto attitudini del carattere che saranno però determinanti, per avere successo sul lavoro, più di qualsiasi titolo accademico. Continua a leggere;→
Lunedi - Giugno 10, 2013 18:36     Visto:233
Quando nel nostro viaggio intorno al mondo utilizzammo il canale di Panama per passare dall’Atlantico al Pacifico, incontrammo una persona che mi fece capire in modo indelebile in che cosa consiste la qualità umana che chiamiamo iniziativa. Continua a leggere;→
Lunedi - Giugno 3, 2013 18:34     Visto:164
Eccoci dunque alla determinazione, la terza qualità di questa sintetica rassegna in 5 punti che tenta di indagare circa ciò che serve, in un mondo che cambia, per avere successo sul lavoro a prescindere dalle competenze cosiddette tecniche che – ammesso e non concesso che le si possegga – vanno oggi considerate alla stregua di un semplice requisito di ingresso: se le possiedi puoi entrare nel gioco ma più avanti servirà altro, molto altro. Serviranno appunto le qualità umane che sto cercando di descrivere, definite anche competenze della vita, di difficilissimo insegnamento e generalmente ritenute favole per allocchi da quanti puntano ancora, per avanzare nella vita, su protezioni, scorciatoie, furberie e cinismi di composita e variegata natura. Continua a leggere;→
Domenica - Maggio 12, 2013 13:02     Visto:191
E’ molto difficile comprendere in profondità il senso della collaborazione in assenza di una esperienza di vita nel corso della quale sia stato giocoforza il praticarla e il chiedere ad altri che venisse praticata. Il risultato è che quando si parla di collaborazione in astratto il discorso rischia di annacquarsi in affermazioni scontate e vagamente moralistiche. Cercherò di evitarlo in questo scritto ricorrendo, per quanto possibile, ad esempi concreti. Continua a leggere;→
Giovedi - Maggio 2, 2013 12:59     Visto:194
Esistono qualità dell’uomo da considerare di fondamentale importanza perché possa avvenire la migliore integrazione possibile tra persona e organizzazione così che l’una possa sviluppare le sue potenzialità traendone le soddisfazioni che merita e l’altra possa dirigersi verso obbiettivi ambiziosi sapendo di poter contare sulle risorse adatte? Continua a leggere;→
Venerdi - Aprile 19, 2013 12:57     Visto:279
Se gli imprenditori sapessero quale razza di potenziale potrebbe essere liberato nelle loro aziende solamente permettendo che a condurre le persone finissero i soggetti più adatti a farlo, i costi potrebbero essere radicalmente abbattuti, i prezzi di vendita potrebbero essere abbassati e la competitività così guadagnata solleverebbe le sorti di molte aziende che soffrono. Continua a leggere;→
Domenica - Aprile 14, 2013 12:55     Visto:237
Ciò che più mi ha deluso del lavoro dei saggi, nella parte dedicata all’economia, è la totale assenza del sia pur minimo accenno ad un cambiamento di prospettiva culturale circa il ruolo dell’impresa nella società e nel mercato odierni. Eppure sarebbe stato quanto mai opportuno farlo. Se non ora, quando? Continua a leggere;→
Domenica - Marzo 24, 2013 12:52     Visto:229
Se vi capitasse un domani di avere a che fare con un vero uomo di missione dovete stare molto attenti a come vi relazionate con lui, laddove voleste affidargli un incarico di qualsiasi genere. A quest’uomo – o donna – interessa infatti solo capire qual è l’obbiettivo da raggiungere e ogni parola in più, una volta compresa la missione, non solo per lui non aggiunge nulla ma va a ferire la sua suscettibilità: la strategia per raggiungere un qualsiasi obbiettivo costituisce infatti non solo la sua arte e la sua passione ma anche il territorio sul quale non gradisce intrusioni. Continua a leggere;→
Mercoledi - Marzo 20, 2013 12:49     Visto:145
L’Italia delle imprese si sta sempre più scomponendo in due tronconi. Da un lato le aziende che soffrono pesantemente la crisi, che chiudono una dopo l’altra o che stanno perdendo pezzi in modo drammatico e che vivono la situazione in un clima psicologico di abbattimento e rassegnazione. Dall’altro l’emergente nuova aristocrazia delle aziende che hanno saputo intercettare il cambiamento – che era già nell’aria da diversi anni – e che ora navigano con il vento in poppa in un mare dove i frangenti del cattivo governo e della obbrobriosa burocrazia nostrana nemmeno scalfiscono i loro scafi ben progettati e ben condotti. Continua a leggere;→